Scroll down for English version

Quando dico alla gente che sono australiana, mi guardano tutti meravigliati, come quando si riceve un regalo di Natale. E poi mi dicono: “Ma l’Australia è così lontana, così bella, così grande!”.Tutte queste affermazioni sono vere, ma poi aggiungono: “Ma se sei australiana, cosa ci fai qui?“.
Per me la bellezza dell’Italia inizia dalle persone. La maggior parte degli italiani sono passionali, affettuosi e accoglienti. E’ come se l’Italia mi avesse accolta a braccia aperte insieme ad un bicchiere pieno di vino gustoso. Ma oltre al fatto che io qui sono trattata come un’ospite, è il modo in cui gli italiani interagiscono tra loro che mi ha fatto innamorare. Vedo gente mostrare amore e piacere mentre cammina a braccetto per le vie della città, mentre invita sconosciuti e parenti a cena: questo è lo standard di gentilezza che percepisco ogni giorno. Sperimento nella gente il vero amore per la famiglia e per gli amici. E’ genuino. Il senso della comunità qui è davvero molto forte.

La mia esperienza è legata soprattutto al Sud Italia, dove ho vissuto più di sei mesi, godendomi la magia della città di Matera.

lavita(italiana)ebella_cosebelle_00lavita(italiana)ebella_cosebelle_01

Solo negli ultimi anni in Australia si è diffuso il movimento “slow food“, un’esperienza culinaria incentrata sui sapori autentici e su un approccio rilassato per goderne che in Italia invece è lo status quo. Tutti i pasti sono preparati con amore, senza fretta, condividendo le tradizioni insieme ad un bicchiere di vino locale e a storie coinvolgenti.
Adoro il pranzo domenicale che può durare anche ore, con prodotti che spesso provengono dalla distanza massima di 1 chilometro! La vita è vissuta con la stessa attitudine: si vive secondo i propri ritmi, apprezzando e godendo quello è intorno, trovando la bellezza nelle piccole cose.

Capisco bene che il mio punto di vista non è completamente obiettivo: sono appena arrivata in Italia e per me tutto è nuovo, da sperimentare, ma attraverso questa scelta, ho potuto comprendere e adottare valori differenti da quelli che avevo già sperimentato nel mio paese d’origine. Credo che, la scelta migliore di vita, stia nel mezzo, in una combinazione di tradizioni e “atteggiamenti” che ancora devo provare.

lavita(italiana)ebella_cosebelle_02lavita(italiana)ebella_cosebelle_03lavita(italiana)ebella_cosebelle_04

lavita(italiana)ebella_cosebelle_05

Anche l’Australia è molto bella: i paesaggi e le spiagge sono meravigliose, il governo è efficiente e il tasso di disoccupazione è basso. Tuttavia il dover contribuire a mantenere alto il livello dei nostri standard ha ridotto notevolmente la mia capacità di concentrarmi e destinare attenzione anche ai piacere semplici.

L’emigrazione di massa dei miei coetanei italiani degli ultimi anni, specialmente verso l’Australia, non mi sorprende. Chi parte vede l’Australia come la terra delle opportunità, e non posso essere in disaccordo con loro. Sono fiera e fortunata di essere australiana, ma una carriera di successo non è l’unica cosa che conta per me: trovare un equilibrio lo è.

La felicità può venire anche dalle piccole cose, dal sorriso di un estraneo che vede come bevo il mio caffè lungo al bar, dal preparare un pranzo insieme agli amici, dal discutere di politica sapendo che i miei amici scelgono di votare non perchè devono, ma perchè vorrebbero fare la differenza.

lavita(italiana)ebella_cosebelle_07

photo credits: Tom Lee _ Scarborough Beach (Western Australia)

lavita(italiana)ebella_cosebelle_06

photo credits: Tom Lee _ 12 Apostles

A me piace dire che ho due case incredibili e che tra loro c’è una enorme distanza sotto tanti punti di vista.

 

English version

When I tell people that I am from Australia they look at me as though I have just give them a Christmas gift: “But Australia… it is so far/so beautiful/so big!” they say. All  of these assessments are true. Next they say this: “But, if you’re from Australia, what are you doing here?” For me, Italy’s beauty starts with people. It is fair to say that most Italians are passionate, affectionate and welcoming. I feel as though Italy has welcomed me with open arms and a glass full of delicious wine. But outside of how I am treated as a guest, it is the way that Italians interact with each other that has enamoured me. Showing love and comfort by walking arm in arm through the city streets or inviting unknown acquaintances and relatives for dinner is the standard of kindness I witness every day. The sense of community is strong. My experience is particularly connected to the south of Italy where I have spent more than six months living and enjoying the magical city of Matera. I see in people a true love of family and friends. It is pure.

In Australia recent years have welcomed the increasing popularity of “slow food”. A culinary experience centred on strong, developing flavours and a relaxed approach to enjoying them, but this is the status quo for Italy. Meals are made with love, time and tradition are usually shared side by side with local wine and engaging stories. I love that Sunday lunch can last hours, yet it is all created with a 1km footprint. Life is lived with the same attitude. Take your time. Appreciate what is around you. See the beauty in the simple things. I understand that my view of Italy could never be completely objective. Here I am guest and everything is new. But I chose for it to be this way so I could see and adopt the values that are different to those I had already been exposed to. For me the best life lies somewhere in the middle – plus a combination of many other traditionstalities that I have not yet experienced.

Australia is also beautiful. The landscape and beaches are spectacular, the government systems are efficient and our unemployment rate is low. But in my experience, the pressure to maintain this average crushes our ability to focus on the simple pleasures.The mass Italian emigration, particularly to Australia and largely by my peers, is no surprise. They see a land of opportunity and I cannot discourage them of this view. I am proud and lucky to call Australia home. But a successful working life is not the only thing that is important to me. Finding the balance is. Happiness can come from something as simple as the smile from a stranger as I drink my caffe across the bar. Creating a meal together with friends. Debating politics and knowing that my friends choose to vote, not because they must but because they want to make a difference.

I love to say I have two incredible homes that are huge a distance apart in many ways.