Avete presente le terrazze affacciate sul mare greco di Santorini che nascondono ristorantini arredati da cuscini e candele? E le mulattiere della bianca isola di Filicudi con i merletti e i ricami stesi al vento ad asciugare? Bè, complice il primo caldo, a noi è venuta voglia di riprodurre quell’atmosfera così sofisticata e semplice e di vestire la nostra tavola di mediterraneità. Basterà solo qualche metro di pizzo bianco e l’assistenza di un caldo sole.

LaTavolaDiPizzo_Cosebelle_01

Occorrente:

– Pizzo di colore bianco
– 2 cucchiai di zucchero
– Acqua
– Ago e filo

Procedimento:

L’unica grande operazione da eseguire per allestire la nostra tavola è la solidificazione del pizzo affinchè questo possa essere modellato per creare dei portatovaglioli e dei portacandele/segnaposto. Noi utilizzeremo la tecnica casalinga forse più semplice ed economica: l’inamidazione attraverso l’acqua e lo zucchero. Prima cosa da fare, però, è tagliare la striscia di pizzo a nostra disposizione in ‘pezzette’ da 15 centimetri circa ciascuna.

LaTavolaDiPizzo_Cosebelle_02

Prendiamo ora una padella o una pentola non troppo fonda e mescoliamo al suo interno due cucchiai di zucchero con due cucchiai di acqua. Mettiamo sul fuoco e lavoriamo la soluzione finchè non sia sciolta tutta, facendo bene attenzione a non far caramellare lo zucchero. Spegniamo il fuoco e bagniamo le nostre ‘pezzette’ di pizzo nel composto. Una volta impregnate da entrambi i lati le togliamo e le facciamo sgocciolare in un piatto in modo da eliminare il liquido non assorbito dalla stoffa.

LaTavolaDiPizzo_Cosebelle_03

LaTavolaDiPizzo_Cosebelle_04

 LaTavolaDiPizzo_Cosebelle_05

E’ tempo dell’asciugatura che dovrebbe avvenire all’aria aperta, per cui non vi resta che stendere il pizzo sui fili del bucato e lasciarlo essiccare al sole. Potrete togliere le vostre ‘pezzette’ solo quando si saranno asciugate così bene da risultare solide e dure. Potranno dunque trascorrere anche diversi giorni.

LaTavolaDiPizzo_Cosebelle_06

Quando andrete a ritirare le vostre ‘pezzette’ noterete come così indurite possano essere modellate a proprio piacimento. Lavoriamole, dunque, fino ad ottenere una forma ad anello che andremo poi a fermare con del filo da cucito.

LaTavolaDiPizzo_Cosebelle_07 LaTavolaDiPizzo_Cosebelle_08

Il lavoro è quasi giunto al termine! Non resta che prendere i tovaglioli scelti per l’allestimento della tavola e inserirli nei nostri portatovaglioli di pizzo bianco. Noi abbiamo scelto, a contrasto con il tripudio di bianco della tavola, degli eleganti tovaglioli di colore grigio/antracite in modo così da far risaltare maggiormente anche la maglia bianca del macramè.

LaTavolaDiPizzo_Cosebelle_09

Abbiamo poi svolto la stessa operazione di solidificazione anche per ‘foderare’ di pizzo dei bicchieri che per l’occasione, muniti di candela, saranno dei portacandela/segnaposto.

LaTavolaDiPizzo_Cosebelle_10 LaTavolaDiPizzo_Cosebelle_11

LaTavolaDiPizzo_Cosebelle_12

La nostra tavola di pizzo bianco è pronta! Approfittando dei primi caldi e sognando il mare, vi auguriamo buon appetito e tante Cosebelle!


Hai una passione per i DIY? Scopri tutti i tutorial di Cosebelle qui.