Parole-Belle_Cosebelle

Parole poetiche, divertenti, sonore, spesso in disuso o semplicemente dimenticate.
Vi ricordate il vocabolarietto nel quale, da provetti scolari, trascrivevamo le nuove parole che incontravamo nello studio? Ecco, ora capovolgiamo quell’idea.
Riappropriamoci delle “vecchie parole”, fissiamole nero su bianco per non smarrirle.
Che sia un semplice esercizio stilistico o un modo per arricchire nuovamente il nostro linguaggio ecco le nostre parole “di una volta”.

Traccheggiare_Cosebelle

Etimo incerto, forse l’origine è dal latino trahere cioè “tirar per le lunghe”.
Qui cercherò di non farlo, ma vi posso assicurare che se esistesse, io avrei già la laurea honoris causa in questa “nobile” attività.
Non tanto per l’arguzia sportiva o per la prodezza nell’uso della spada, nel mio caso si tratta più che altro della sopravvenuta l’abilità nel rinviare qualsiasi scelta e temporeggiare su ogni attività mi si presenti.
Assolutamente da inserire nella lista delle parole del 2013 con il (personale) proposito di usarla il meno possibile.

traccheggiare

Copertina di Federica Aradelli
Illustrazione di Flaminia Cavagnaro
Immagine da Treccani