Il barattolo della pausa pranzo. Quarta ricetta.

Guardate intensamente questo oggetto.

Familiarizzateci. Perché oggi lui è il vostro migliore amico.

Ingredienti:
1/2 tazza di cous cous
2 carote
1 zucchina
spezie (curry, cumino, curcuma, coriandolo…)
sale, olio extravergine d’oliva, pepe

SPICE UP YOUR LIFE! Così noi pre adolescenti siamo state iniziate al movimento di fianchi e all’amicizia forevah. Ci sarebbe voluto ancora un po’ per dare un senso tutto culinario alla cosa. Alla condivisione con gli amici, al cibo che fa innamorare. Ma anche all’uso sconsiderato di spezie, perché no. (Ecco, voi mi perdonate vero per questa uscita-arrampicata sugli specchi fra cibo indiano e Geri Halliwell, vero?) Quatta quatta me ne torno dunque alla mia ricetta. Iniziamo con il pulire e grattugiare carote e zucchina. In una pentola facciamo scaldare un po’ d’olio e versiamo prima le carote, poi dopo averle fatte un po’ appassire, la zucchina.


A pochi minuti da fine cottura aggiungiamo le nostre spezie e continuiamo a girare. A parte mettiamo a bollire mezzo bicchiere d’acqua. In una ciotola versiamo mezzo bicchiere di cous cous e condiamo con un pizzico di sale e un filo d’olio. Versiamo poi l’acqua bollente e lasciamo riposare (senza girare) per circa cinque minuti.

Passati i cinque minuti sgraniamo con una forchetta e ripassiamo velocemente in padella con le verdure. Mettiamo in barattolo e bon appetit!

Note di regia: come negli altri casi di ricette in barattolo, trattandosi di pause pranzo ho evitato di aggiungere ingredienti poco friendly per i vostri vicini di scrivania (vedi aglio, cipolla e affini) ma ovvio che se la ricetta ve la fate a casuccia potete aggiungere tutto quello che vi passa per la vostra (libidinosa) mentolina.