La ricompensa per le Moleskine.

C’è stato un tempo in cui frequentavo le scuole medie e no, non era l’epoca Vittoriana. Era però l’epoca in cui nessuno di noi ragazzini conosceva l’esistenza delle Moleskine, il leggendario taccuino modellato su quelli che Bruce Chatwin usava nei suoi viaggi.

Ne ho comprato uno in terza media e lo trovavo bellissimo: nero, lucido, col suo elastico, il taschino porta foglietti. Amavo la prima pagina da compilare: ”In case of loss please return to”. Il nome in quella riga doveva essere scritto perfettamente, e infatti puntualmente qualcosa andava storto e rovinava i miei sogni di perfezione.

Cercavo di rifarmi con “As a reward: $”, ma cosa diamine poteva dare come ricompensa una ragazzina di dodici anni?

Nel 2012 Moleskine è un brand super avviato, i suoi taccuini si sono evoluti, si sono moltiplicati i formati, il tipo di carta, gli usi e si è arrivati anche alle edizioni speciali: Peanuts, Lego, Pac-Man, Il piccolo principe, città del mondo, Star Wars , solo per citarne qualcuno.

In più il brand si è dedicato anche agli accessori di cartoleria, alle borse morbide, alle penne e alle matite, tutte in pieno stile Moleskine. C’è anche lo shop online con spese di spedizione gratuite oltre i 44 euro, praticamente una miniera di potenziali regali per ogni età.

Le immagini di oggi sono tutte dedicate agli artisti delle Moleskine e alle loro pagine.