Bibliotecari inside, ma anche outside.

Secondo appuntamento per i carta-lover tutto dedicato ai Paperblanks , diffusi in tutte le librerie anche perché, diciamoci la verità, con i libri ci stanno veramente bene.
Diari, agende, rubriche, notes, tutti rilegati e rifiniti come fossimo tutti bibliotecari e a me viene in mente Indiana Jones e l’Ultima Crociata e non solo per il libretto del dr. Henry Jones, magnifico nelle sue riproduzioni, appunti fitti fitti e scrittura da professore severo.

Paperblanks, comunque, propone quaderni cuciti a mano, riproduce preziosi manoscritti storici come per esempio quelli di Freud, Blake e Wordsworth, persino diari con filigrana in argento, facilissimo per un gruppo con vent’anni di esperienza in fatto di carta e scrittura.Ogni diario ha carta prodotta senza acidi, proveniente da foreste sostenibili e rilegature prodotte con materiale riciclato al 100%.


Cliccate qui per l’elenco dei punti vendita e qui per tutte le novità e le iniziative del brand.

Nel frattempo, cara Paperblanks, me la fai una special version in onore del dottor Jones? Jones padre ovviamente.