Dunque, cominciamo dalla fine. A quanto pare tra le parole più ricercate su Google nell’ultima settimana, negli States, ci sono queste: zombie apocalypse. Il motivo per cui milioni di persone digitano queste due paroline all’oracolo Google è presto detto: stanno cominciando a succedere cose strane da quelle parti, specie in Florida, ma anche nel resto del Nord America.

Una devastante serie di eventi, che va dai meno preoccupanti (e apparentemente innocui) ai più eclatanti e spaventosi (“uomo nudo ucciso dalla polizia mentre sotto un cavalcavia mangiava la faccia di un povero malcapitato, anch’esso nudo”, hello?), potrebbe essere facilmente ricondotta sotto un unico comune denominatore. Tutto quello che finora abbiamo visto in decine di film e telefilm, fumetti e videogiochi, potrebbe davvero essere vicino: l’apocalisse zombie.

Se vi siete persi i casi più eclatanti – e siete di stomaco forte, non dite che non vi ho avvertito – qui c’è un riassuntino dei casi più cruenti in giro per il mondo, e qui invece il dettaglio di quello che è successo ultimamente soltanto in Florida.  Ora, finché si scherza si scherza, ma se addirittura il CDC (Centres for Desease Control and Prevention, il centro di prevenzione e controllo delle malattie) si è preso la briga di smentire ufficialmente in una mail all’Huffington Post che non c’è nessun zombie-virus in giro, beh, è evidente che ci stanno nascondendo qualcosa.

Quindi preparatevi perché sto per darvi tutte le informazioni che servono per sopravvivere all’imminente zombie-apocalypse.

Tanto per cominciare, come per ogni cosa, c’è un manuale che dovrà diventare la vostra bibbia: Manuale per sopravvivere agli zombi, di Max Brooks (figlio di un certo Mel). Libro serissimo che vi spiega nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere. Insegna a conoscere i punti deboli dei nostri amici mangiacervella, le armi migliori per affrontarli, come rendere la vostra casa a prova di zombie. Insomma, le basi spicciole per la sopravvivenza.

Se non avete il tempo di leggere tutto il manuale, sappiate che YouTube è una vera miniera. Lascio a voi il piacere della scoperta, dandovi soltanto due chicche: un mockumentary sulla falsariga dei documentari americani ai tempi della Guerra Fredda su come la classica famiglia americana reagisce alla zombie-apocalypse, e poi il primo di una serie di episodi di Guns & Gardens – How To Survive The Zombie Apocalypse.

Per dormire davvero sonni tranquilli, dovreste procurarvi un comodino apposito. Così, per essere sempre pronti nel caso l’orda di morti viventi ambulanti venisse a svegliarvi nel cuore della notte.

E per finire, sopravvivere ad una zombie-apocalypse senza una mappa è praticamente impossibile. Quindi c’è bisogno di Map of the Dead, ovvero, sulla base di Google Maps, una mappa interattiva dove sono segnalati tutti i luoghi di interesse durante l’apocalisse, quindi: le zone di pericolo, supermercati, farmacie, ferramenta, stazioni di polizia, negozi di articoli da campeggio ed escursionismo, zone militari, stazioni radio, ma soprattutto, i rivenditori di armi. Tutto quello che può davvero salvarvi la vita quando un’orda di zoppicanti, putrefatti mangiacervelli vi sarà alle calcagna.