#2 Verso un’edizione green?

E’ certamente merito della primavera se, in tutto lo Stivale, terrazzi e giardini sono resuscitati dal torpore ed i pollici verdi si sono ricordati di esser tali. Anche Milano, ad una ventina di giorni dall’inaugurazione del Salone del Mobile, prepara il terriccio per un’edizione, forse, più green delle precedenti.  C’è da mettere in circolo i concetti di “cibo, energia, pianeta, vita”, parole chiave dell’attesa Expo 2015 ed è ormai chiaro come i buoni propositi su ecologia e sostenibilità vadano tradotti in azioni. Ecco allora, tre variazioni sul tema green, da segnare in agenda per la settimana 17/22 aprile 2012.

A4Adesign_ Nature Goes Tech per Patrizia Pepe | anno: 2012

Efficacia e immediatezza animano il progetto Eco#net, con cui il gruppo Gajf, formato da quattro architetti con esperienze eterogenee, torna al Fuori Salone dopo la mostra “Fuori Saloon” del 2011. A Brera, negli spazi del Caffè del Carmine (piazza S. Maria del Carmine, 1)  il team milanese creerà “una rete di connessioni” e diffonderà consigli  pratici per un’ ecologia “day by day”. Eco#net sarà un’esposizione con un focus sul tema del riuso, ma offrirà anche l’opportunità (ogni giorno, dalle 17.00 alle 18.00) di conoscere Milano, grazie a lezioni en plein air su storia e architettura del quartiere Brera.

A4Adesign_ Secret garden per Patrizia Pepe | anno: 2011 | location: via Brera e via Manzoni, Milano

Sodalizio riconfermato tra Patrizia Pepe e A4Adesign, l’azienda italiana leader nell’eco-design, celebre per le sue creazioni in cartone riciclato. Si chiama “NATURE GOES TECH”, l’eco-installazione sviluppata da A4Adesign per il marchio toscano, annunciata come “un allestimento ad alto impatto visivo e stilistico“. Arredi in cartone alveolare presenteranno la nuova collezione dalle nuance leggere, tra flash elettrici e luci al neon; sagome bidimensionali, sempre in cartone, riprodurranno oggetti cult del design. Per osservare questa sintesi tra moda, design e sostenibilità sarà sufficiente far tappa nelle due boutique milanesi Patrizia Pepe, lungo il percorso del Fuorisalone.

A4Adesign_ Secret garden per Patrizia Pepe | anno: 2011 | location: via Brera e via Manzoni, Milano

A4Adesign_ anno: 2008 | location: showroom A4Adesign, Milano


Green Island 2012

Supererà i 120 mq “GREEN CARPET“, il tappeto fiorito ideato da Green Island, il laboratorio di progettazione culturale che, sotto la direzione di Claudia Zanfi – aMAZElab / Laboratorio del Paesaggio, ha l’ obiettivo di ripristinare l’armonia fra spazio urbano e ambiente nel quartiere milanese di Isola. Dopo il “Frutteto Urbano” dell’olandese Tom Matton, i “Giardini Mobili” del viennese Lois Weinberger, “Oasi Verde Garibaldi” di Andrea Branzi e il “Giardino di erbe Spontanee” del 2011, sarà la Stazione Garibaldi ad ospitare il principale intervento in programma. Il “Green carpet” verrà infatti steso nell’atrio della stazione dove, ogni giorno, transitano oltre 600.000 pendolari. Un’esperienza sì virtuale, si tratta di un’ installazione realizzata da Digital Working e Kartel System, assieme a designer e attivisti del verde di RE.RURBAN – Respiri Rurali Urbani, ma desiderosa di superare la dicotomia ambiente/città.

In occasione dell’inaugurazione di Green Carpet (martedì 17 aprile, ore 12.00 con aperitivo bio in stazione) saranno mostrati gli orti-giardini di erbe aromatiche, per i quali verranno reimpiegate le cassette dei mercati rionali trasformate in eco-box dagli studenti del Master in Design Sostenibile del Politecnico.

Nell’ambito dell’iniziativa rientrano anche i progetti site-specific ideati dal network di Green Island – negozi, laboratori artigianali e artistici, studi di progettazione del quartiere Isola – e il lancio del libro “FLORA URBANA. Le erbe d’asfalto“, sulle specie vegetali spontanee in ambito urbano. Verde lungo i binari ferroviari incluso.

Copertina del libro “FLORA URBANA. Le erbe d’asfalto”