Simen Johan.

Fotografo norvegese, classe ’73, Simen Johan mescola perfettamente analogico e digitale: la creazione delle immagini avviene ricomponendo particolari scattati singolarmente su decine e decine di negativi, risultando in un opera che fa traballare la linea di demarcazione tra reale e artificiale.

Nella sua recente serie “Until the kingdom comes” ritrae animali in pose che ricalcano atteggiamenti tipicamente umani, alludendo alla nostra naturale tendenza ad antropomorfizzare e ‘addomesticare’ ciò che ci circonda, proiettandoci sopra emozioni, ansie o desideri e interpretandolo attraverso il senso piuttosto che la ragione.