L’artigianato bello di Tallinn

Lo sapevate che Tallinn è stata scelta come capitale europea della cultura 2011? E lo sapevate che la sua deliziosa città vecchia è patrimonio UNESCO? Io non lo sapevo affatto e a Tallinn mi sono ingenuamente recata come effetto collaterale di una vacanza tra le città affacciate sul Baltico.

E invece, che sorpresa! Situata ad un’ora e mezza di aliscafo da Helsinki, questa cittadina medievale non è affatto il regno di squallidi night club che mi aspettavo (ci sono anche quelli eh, non illudetevi) e le sue strade ciottolate, i suoi angoli acuti e l’originalità e i colori di porte e finestre degli edifici che si affacciano sulle strade principali mi hanno subito conquistata. Inoltre, brulica di ristorantini e caffetterie dai prezzi modici e dall’estetica curata e di negozietti e bottegucce straripanti di cose belle!

Il punto di forza infatti è l’artigianato locale e non è affatto difficile scovare qualcosa che soddisfi i propri gusti tra gli atelier presenti, dove si può anche assaporare la soddisfazione di vedere il proprio pezzo preferito prendere forma sotto i propri occhi.

La mia attenzione è stata particolarmente attirata da due interessanti vetrine. La prima è quella del brand nAiiv, della fashion designer Liina Viira, per metà estone e per metà svedese. I colori accesi e le trame dei suoi abiti e accessori, così come il materiale estone per eccellenza: la maglia, richiamano la tradizione popolare, mentre il design è assolutamente contemporaneo. Liina incoraggia tutti a sfruttare e giocare i costumi della propria tradizione, interpretandoli a modo proprio.

Il secondo atelier da segnare in agendina è quello di Emma Leppermann, adorabile anche solo per la posizione: in una piccola corte interna di fronte ad una cioccolateria il cui arredamento rimanda ad una Parigi un po’ decadente. Emma usa tessuti e materiali naturali per realizzare abiti ed accessori con un’allure delicata ed eccentrica. Il sito purtroppo è solo in lingua estone ma può dare un’idea generale (e uno stimolo per andarla a trovare di persona!)