Ana Pereira – Superchouette

Ana io l’ho scoperta sul web una vita fa, in realtà lei non lo sa, ma attraverso le sue fotografie – flickr può questo e molto altro – ho persino conosciuto splendidi ristorantini milanesi dove, nel tempo, ho anche vissuto momenti della mia vita di una certa importanza.

A parte ciò, in ogni caso, conta il fatto che, attraverso l’uso della madre di tutte le social-app di iPhoneaography, naturalmente la solita Instagram, io e Ana – che sul web si chiama Superchouette – ci siamo conosciute e abbiamo cominciato a scambiarci cuoricini e opinioni relativamente ai nostri scatti.

Ana ha 33 anni, trascorsi un po’ a Rio de Janeiro e un po’ a Milano, attualmente lavora al Lomography store di Milano ma il suo rapporto con il mondo della fotografia è iniziato a 14 anni, con l’acquisto di una piccola Yashica.

Si definisce “ebayholic” (che significa, ad esempio, che su ebay si compra un sacco di macchine fotografiche) e non ha alcun problema a dichiarare che la fotografia fa parte della sua vita 24h su 24.

Da anni fotografa soprattutto con una Canon Canonet QL17 G-III e con una LOMO LC-W e da qualche tempo ha dato origine a un progetto che su instagram troverete denominato #travellingconditions.

“E’ iniziato con un test su una macchinetta comprata su ebay, un po’ per ridere e un po’ per il tempo che mi trovo forzatamente a perdere sui mezzi ATM. La macchinetta si è confermata ottima e così, una volta arrivato l’iPhone, ho cominciato a usare anche lui, scattando sempre alla ricerca del personaggio più felliniano, dell’attesa più assurda fino a quando dai tram e dalle metro ATM sono passata agli aerei e ora ovunque vado non riesco a resistere allo scatto-matto.

Alla fine girare con macchine fotografiche analogiche può significare fare ore di palestra senza lo stesso risultato e quindi mi piace usare Hipstamatic o divertirmi con Instagram”

E adesso spassatevela a vedere che facce e che poesia.

Ana Pereira – Superchouette