Pistacchio da bere.

Solo poche settimane fa ci lamentavamo del caldo che tardava ad arrivare ed ora invece eccoci qua attaccati a condizionatori e ventilatori, implorando per un po’ di fresco.

Nel periodo più caldo dell’anno la voglia di accendere il forno per preparare anche il più delizioso dei dolci si annulla e bisogna lavorare di ingegno per poter appagara il desiderio di “qualcosa di buono”. Ecco allora una ricetta oven free: una pasta di pistacchio che potrà essere utilizzata in tantissime gustose torte o dolcetti, ma anche per preparare una semplicissima e dissetante bevanda al gusto di pistacchio.

Ingredienti per 4 bicchieri:
(per la pasta di pistacchio)
125 g di pistacchi
75 g di zucchero a velo
qualche goccia d’acqua

(per la bevanda al pistacchio)
1 dose di pasta di pistacchio
500 ml di acqua
1 cucchiano per ogni bicchiere di latte di mandorle (facoltativo)

Procedimento

Scottare per qualche istante i piastacchi in acqua bollente. Lasciare intiepidire, quindi privarli della pellicina e tritarli finemente. Mescolarli allo zucchero a velo e, se necessario, aggiungere qualche goccia d’acqua, fino ad ottenere un composto omogeneo e consistente. Rivestire con pellicola per alimenti un contenitore ermetico e conservare la pasta in frigorifero.


Al momento di preparare la bevanda, mescolare il panetto di pasta di pistacchio con 1/2 litro di acqua fredda e passare al frullatore. Eventualmente, aggiungere il latte di mandorla.
Con la medesima preparazione è possibile ottenere un’ottima granita al pistacchio, aggiungendo i due terzi di acqua.
Gustare preferibilmente in pieno relax ed in compagnia di una brioches appena sfornata… dalla pasticceria sotto casa!