Design is visual poetry

1616 Arita è uno dei più antichi produttori di porcellana del Giappone. Alla sua richiesta di collaborazione il duo olandese Scholten & Baijings ha risposto con una collezione divisa per aggettivi: Minimal, Colorful ed Extraordinary, dove ogni serie è composta di piatti, tazze e ciotole, piatti da portata, candelieri, vasi e servizio da tè. La collezione è stata presentata ad aprile in occasione del Salone del Mobile presso lo Spazio Rossana Orlandi, luogo suggestivo e ormai punto di riferimento per chi si avventura alla scoperta delle esposizioni in città.

La porcellana giapponese Arita è rinomata per la sua qualità e la decorazione artigianale. Per la collezione Scholten & Baijings hanno scelto colori tipici della tradizione giapponese: tonalità tenui dell’azzurro, del rosa pallido e del verde chiaro giocano un ruolo di spicco nella palette definitiva. I colori sono stati utilizzati individualmente nei singoli oggetti, per creare poi uno spettro cromatico complessivo come tratto distintivo e richiamo alla tradizione di Arita. Risultato: sovrapposizioni di colore basate sull’utilizzo di diverse tonalità di smalto in combinazione con il colore naturale della porcellana. Quest’ultima presenta tinta grigio-bianca delicata ed eterea. I nomi delle serie: un riferimento alla quantità di colore, dettagli e disegni impiegati.

Equilibrio di forme e cromie, delicatezza diffusa:  il lavoro di Scholten & Baijings sembra interpretare con leggerezza immediata quell’idea di bellezza rigorosa e poetica che associamo al Giappone. Altamente consigliata è la visione da vicino della collezione: un progetto magnetico, una festa per gli occhi!

Photo credits>>> Takumi Ota