11xCosebelle_CosebelleMagazine

L’agitazione e l’emozione crescono mano a mano che ci avviciniamo all’inaugurazione di quella che sarà la prima mostra che riunirà gran parte delle illustratrici di Cosebelle, ragazze così diverse tra loro legate da un profondo amore per l’illustrazione in ogni sua forma. In questo spazio ve le presentiamo una ad una, raccontandovi qualcosa di loro e mostrandovi alcuni loro lavori.

Oggi vi trasportiamo dentro la vita di Sara Gorini, che per Cosebelle ha illustrato molti post speciali. Sara, 26enne di Varese trasferita a Milano, dice di vivere due vite parallele: Social Media Manager in un’agenzia di comunicazione di giorno e illustratrice di notte. Pignola e precisa allo sfinimento ma sempre e inguaribilmente disordinata. Disegna dal 2010 ed il suo sogno nel cassetto è illustrare le copertine dei libri o scrivere per qualche guida turistica.

CB: Da cosa cominci quando inizi a lavorare su un’illustrazione o su un progetto?
SG: Se disegno per mio piacere di solito inizio guardando la lista degli appunti su cui mi segno le idee, oppure penso a dei giochi di parole da riprodurre visivamente. Se invece si tratta di un’illustrazione su commissione, generalmente faccio molta ricerca che spesso e volentieri è ancora più lunga del disegno!

CB: C’è un posto che stimola la tua creatività, dove magari vai quando hai bisogno di ricaricarti?
SG: Non ho un posto, ma un momento. Il periodo in cui sforno la maggior parte delle idee che conservo nel mio taccuino è la primavera, quando le giornate si allungano e la mia produttività raggiunge il massimo.

CB: Ci puoi dire come si svolge tecnicamente la realizzazione di un illustrazione e quanto tempo impieghi mediamente a completarne una?
SG: Inizio a fare i primi schizzi con matita e china, poi apro la mia scatola di latta di Caran D’Ache e coloro tutte le figure, ma la parte che mi diverte di più rimane sempre quella digitale. Quando i disegni sono completi li scansiono, inizio a postprodurre e migliorare gli effetti cromatici e ad assemblare tutti i vari elementi che ho disegnato con Photoshop. Questo procedimento richiede all’incirca dalle 10 alle 20 ore, ma ovviamente dipende dalla complessità del disegno. Io poi, da gran perditempo che sono, mentre disegno mi divido tra i colori e il frigorifero, prolungando notevolmente le tempistiche.

CB: Un’illustratore/illustratrice che ammiri particolarmente
SG: Emiliano Ponzi in assoluto è il mio preferito, adoro le palette di colore che utilizza e le atmosfere che ricrea; Yelena Bryksenkova per la tecnica, Caitlin Shearer per i ritratti e le linee morbide e femminili delle sue figure, Alessandro Gottardo per la maestria con cui traspone un messaggio in immagini.

CB: Una cosabella.
SG:il profumo di bucato della mia gatta!

L’appuntamento con le illustrazioni di Sara e quelle di altre 10 bravissime illustratrici è a Roma dal 14 al 27 Marzo presso Pierrot Le Fou, Via del boschetto 34, Rione Monti, Fermata Cavour – Metro B